Print Friendly, PDF & Email

Il 22 aprile è uscito “Artisti Vari”, il primo singolo di A.I.T.O. e del producer Yvan Cole. Attraverso questo brano il songwriter dà al pubblico un primo assaggio di quello che è il suo stile musicale. Un pezzo che mescola con maestria suoni elettronici a uno sound indie urban.

In “Artisti Vari” una voce cantautorale abbraccia un’elettronica quasi psichedelica. Influenze diverse si incontrano dando vita a uno stile difficile da ingabbiare in un solo genere. Proprio come il testo lascia spazio a diverse interpretazioni, anche il sound è capace di coinvolgere un ampio pubblico.

Il primo singolo di A.I.T.O. è come un dialogo, un tira e molla. Un cercarsi e allontanarsi allo stesso tempo. Il songwriter mette in musica il racconto di ciò che avviene ogni giorno: le persone si incontrano, si allontano, semplicemente vivono e creano. Creano la propria storia.

“Si potrebbe dire che Artisti Vari è un corteggiamento fra elettronica e melodia. Proprio come i protagonisti della canzone, queste due anime si annusano, si girano attorno, prima con prudenza, poi sempre più intensamente, rimanendo in bilico fra desiderio di equilibrio e volontà di prevalere”,  così A.I.T.O. descrive il proprio brano.

A.I.T.O. è un songwriter per necessità fisica. La penna e le parole sono gli strumenti che usa per analizzare se stesso e il mondo che lo circonda. Prende spunto dall’esterno per capire meglio ciò che ha dentro. I suoi testi lasciano la parola all’ascoltatore, dandogli la possibilità di ritrovare se stesso all’interno.

Nel 2022  A.I.T.O. e Yvan Cole pubblicano il loro primo singolo, “Artisti Vari”. Una prima presentazione del pensiero e dello stile di questo duo.

A.I.T.O. e Yvan Cole si conoscono da una vita o forse qualcosa in più.

Dopo i primi palchi condivisi con una chitarra al collo da ragazzini, i rispettivi percorsi hanno preso le loro direzioni, nella musica, nella vita, nei luoghi e nelle persone, scoprendo e diventando cose sempre diverse, fino a ricongiungersi nel 2020, per la prima volta in un reale sodalizio artistico.

Delle varie cose che l’uno e l’altro sono stati negli anni, resta quello che sono ora: un Songwriter e un Producer. E restano canzoni scritte con la mano sinistra, lasciate macerare sotto spirito e cantate con l’altra voce. Ma prodotte molto bene.

Share Button