Print Friendly, PDF & Email

I Breathe Me In nascono nel 2008 fra i banchi di un liceo di provincia di Torino. Da sempre metal nello spirito, hanno inseguito, consumato, reimpastato i generi e gli artisti che più li appassionavano, inseguendo i loro sogni di calcare i palchi.
Li hanno accompagnati nella ricerca del loro genere le batterie frenetiche di Joey Jordison degli Slipknot, le melodie ambivalenti tra le linee morbide e gli scream potenti di Chester dei Linkin Park e le chitarre distorte e un po’ di synth e wobble bass alla Skrillex. Finché non hanno deciso di darci una calmata, o quasi, incominciare a cantare in italiano, e a mettere sempre più cuore nel loro progetto.
Ad oggi propongono un indie-pop-rock con, ovviamente, un po’ di metal. Tutto ciò è ben rappresentato dai nuovi singoli in uscita nel 2022, ad anticipare un album rimasto a lungo in cantiere, nato dalle scrivanie delle loro camerette in quarantena e concluso negli studi di Pan Music, da qualche anno punto di riferimento della band.

Il nuovo singolo dei Breathe Me In, “Resta” è una canzone con influenze indie-pop, alternative-rock e suoni elettronici che richiamano il panorama trap.

Scritta durante il lockdown, esprime un messaggio di speranza e di supporto nei momenti difficili. Il testo descrive immagini di solitudine e di una mente in tumulto, ma alla fine c’è una richiesta di restare insieme e “superare la tempesta”.
La band racconta: “in Resta abbiamo cercato di far incontrare il piano della solitudine col piano delle relazioni, descritte in questo pezzo sia come tumultuose sia come fondanti per il cambiamento e per il superamento delle difficoltà”.
Resta verrà proposta live per la prima volta al concerto del 27 gennaio a “El Barrio” a Torino. Il singolo anticipa l’uscita dell’album che la band ha prodotto presso gli studi di Pan Music a Torino.

Share Button