Print Friendly, PDF & Email

La giornata di Cremona Musica International Exhibitions and Festival, tra i vari eventi ha ospitato il “Remote In-Sync Concert”

I pianisti Roberto Prosseda e Alessandra Ammara hanno suonato Fantasia in Fa minore per pianoforte a quattro mani di Franz Schubert a distanza: Prosseda a Cremona, presso la Sala Monteverdi, e Ammara in collegamento dall’Accademia Musicafelix di Prato. I due musicisti, che da vent’anni suonano stabilmente in duo pianistico, erano collegati in tempo reale, senza latenza, attraverso una normale connessione internet domestica, grazie alla innovativa tecnologia della start-up svedese Elk Audio, che consente, tramite un’interfaccia hardware con sistema operativo ad-hoc, di eliminare le latenze normalmente presenti nelle connessioni in remoto.

Per la prima volta nella storia, dunque, è stato possibile ascoltare “dal vivo” un duo pianistico in cui i due interpreti hanno suonato insieme, ma a 250 Km di distanza, in passato simili esperimenti erano possibili solo con costose attrezzature con speciali reti internet dedicate.

“Questo progetto – spiega Roberto Prosseda, coordinatore artistico di Cremona Musica – intende mostrare come la tecnologia possa essere di grande aiuto per i musicisti, anche per superare le barriere geografiche e logistiche date dal trovarsi a molti chilometri di distanza con i propri partner musicali. La tecnologia sviluppata da Elk è un “ponte” che potrà unire, attraverso la musica, musicisti e ascoltatori che si trovano in zone remote, e che potranno conoscersi e condividere la bellezza della musica anche a distanza”.

Share Button
[wp_bannerize group="Single post bottom" random="1" limit="1"]