Print Friendly, PDF & Email

Ci ha presentato il suo mondo con “MONTAUK”, primo singolo che ha inaugurato la collaborazione con Pulp Dischi. Ora FOGG ci farà vedere un’altra parte di sé, che ci farà conoscere un altro lato della sua musica: venerdì 2 dicembre arriva “PECCATO”. 

L’ascolto di FOGG è un viaggio e “PECCATO” è un brano che porta con sé una ritualità solenne, che arriva nel cuore della notte immerso in un’aura di vapore, con un tessuto sonoro minimale e una vocalità sussurrata, in cui si avverte tutto il peso delle parole che si ha quasi paura di pronunciare. 

“PECCATO – commenta il cantautore – è la canzone con la quale affronto la perdita, di qualunque genere essa sia. Che si tratti di una persona, un luogo o più semplicemente uno stralcio di vita, sento il bisogno di convincermi che la realtà non sia un susseguirsi di eventi irripetibili, e che possa, in fondo, tornare. Mi tornano alla mente le cose a cui tenevo, ciò che volevo conservare a tutti i costi in un luogo sicuro, al riparo dal tempo. La memoria purtroppo non mi basta, mai, e forse è proprio questo il mio Peccato: il bisogno costante di convincermi che la realtà non è quella che si vede. “

Il brano è stato composto, scritto e arrangiato da FOGG, prodotto, registrato e mixato da Andrea Ciacchini e masterizzato da Justin Shturtz allo Sterling Sound Studio di Nashville. 

Nell’attesa, il primo brano di FOGG in cui pop e cantautorato si mescolano e tastiere e controllers danno vita a impulsi sonori che caratterizzano le suggestioni sonore proprie dell’artista. È online anche il video del brano,  diretto da Leonardo Fiori e Lisa Mazzei, con Mirko Ciabatti direttore della fotografia.  

FOGG è un un pugno di canzoni con la forma della nebbia ed il sapore del mare. È musica liquida, mutevole, trasparente, che non ha paura di adattarsi al recipiente, cambiare faccia, guardarsi allo specchio per scoprirsi ogni giorno diversa. FOGG è un progetto che sorride a tutti perché viene da lontano: affonda le radici nei precetti della musica colta, si esprime in italiano e tocca sonorità spesso molto diverse tra loro.

Partecipa alle edizioni 2017 e 2021 del Rock Contest di Controradio ottenendo il secondo premio dell’edizione più recente. Nel 2018 figura tra i vincitori di “Mai in silenzio: la musica contro la violenza di genere”. Si esibisce al Combo Social Club, al Nof, al Glue Alternative Concept Space di Firenze, al Caracol di Pisa nonché in numerosi altri club toscani. Nel 2020 partecipa come artista al Reset Festival di Torino e figura tra i vincitori dell’Underdog Contest del Lumen Festival di Vicenza. L’estate 2021 lo vede impegnato in un mini-tour di 9 date in toscana contemporaneamente alla lavorazione di un disco presso il S.A.M. Recording Studio di Lari, Pisa.

Share Button