No Banner to display

Print Friendly, PDF & Email

Annunciato il nuovo progetto discografico di Marcello Liverani: “Shapes Vol.1”. L’uscita è prevista per il 5 febbraio su tutte le piattaforme digitali. Si tratta delle prime cinque tracce di un grande progetto distribuito digitalmente da Believe Distribution Services Italia e pubblicato fisicamente da Blue Spiral Records. Una straordinaria unione di forze per un eccellente risultato artistico.

“Shapes Vol.1” è un Ep che porta lungo un percorso vario, nel quale le forme si svelano attraverso l’uso sinestetico dei suoni e l’alternarsi delle influenze stilistiche: queste ultime a momenti più classiche, altre più elettroniche o “cinematiche”. I diversi stati d’animo che animano il lavoro, portano ad suono vario che va da un pianoforte veramente minimale sino a brani in cui elettronica e beat si intrecciano con suoni di violino o voci. La concezione dell’intera opera nasce da una duplice influenza: da un lato la filosofia zen spesso presente nell’opera di Liverani e, dall’altro, la passione di riportare in ambito musicale le suggestioni derivate da una visione sinestetica. Per questo progetto in particolare, è stato il lavoro del fotografo cinese “Fan Ho”, con i suoi giochi di luce, a influenzare la composizione dei brani; un’ispirazione indiretta che si riflette nell’uso del materiale: la luce come rivelatrice di forme, insieme a una certa texture fotografica riproposta in musica.

Marcello Liverani è un compositore, producer e interprete nato a Cagliari. La sua musica combina elementi acustici, derivati dal genere Modern Classical, musica elettronica, ambient, elementi beat e sfumature talvolta sperimentali derivate dal suo background. È un artista eclettico attivo anche come insegnante di canto e direttore di coro, come cantante ha pubblicato due album sotto il nome “Reverse Context”. Ha studiato composizione nel Conservatorio della sua città natale e dopo la laurea ha studiato nelle accademie europee con compositori come I. Fedele, A. Corghi, H Dufourt e T. Hosokawa. Dopo aver conseguito un Master in Composizione presso l’Accademia di S. Cecilia di Roma, ha ricevuto riconoscimenti e premi per le sue opere vocali, per ensemble e orchestrali, che sono state eseguite in sedi e festival come il Parco della musica a Roma, il “Festival de Acanthes” a Metz e presso la Biennale di Venezia, dove nel 2012 è stato selezionato anche per una residenza artistica. Il suo obiettivo principale nella musica è esprimere il profondo bisogno di abbracciare la semplice poesia della vita attraverso la natura stessa del suono.

Share Button