Print Friendly, PDF & Email

Dopo la nerdissima mini-hit pop La mia ragazza è una nerd, l’Elettrogruppogeno è pronto a fare il proprio ritorno con un sensuale, allucinante e repulsivo nuovo singolo, “Sudococa“, in uscita venerdì 18 novembre 2022 per l’etichetta Maninalto! Records. Sudococa è un brano di stampo più elettronico, in cui l’Elettrogruppogeno prova a descrivere il flusso di pensieri di una persona durante un amplesso, scegliendo un lessico riferito alle sostanze stupefacenti. “Questo perché, in effetti, l’atto sessuale crea dipendenza proprio come una droga”, spiega la band.
L’obiettivo del gruppo, quello di realizzare un equilibrio perfetto fra repulsione e attrazione, mettendo la lente d’ingrandimento sul meccanismo di scambio di fluidi proprio del sesso, viene raggiunto grazie alle atmosfere da club del brano, con le sue vibe esplicite e notturne, il cantato lascivo e il testo che alcuni potrebbero definire scabroso; un po’ come un film d’exploitation in formato musicale. Fedele in ogni caso alle proprie radici nerd, il gruppo ha elaborato un fumetto animato che accompagna “Sudococa”, guidando l’ascoltatore e lo spettatore dentro al lato oscuro dell’Elettrogruppogeno.

Elettrogruppogeno è un progetto di Andrea Capirchio che mette in musica i temi della cultura nerd, scientifica e fantascientifica. Ogni canzone è ottenuta mescolando un’ampolla di synthpop con vari dosaggi di indie, punk rock, elettronica e integrando il tutto con un pizzico di ironia. Nel 2020 producono un EP dal quale vengono estratti due singoli, Mekkaniko e La mia ragazza è una nerd. Quest’ultimo viene corredato, oltre che dal classico videoclip, da un videogame a tema, creando così il primo esperimento di singolo/videogame della musica indipendente italiana. Iniziano da settembre 2021 a suonare e farsi conoscere nei locali della scena underground fiorentina, e a luglio 2022 vengono selezionati come finalisti dell’Ivisionatici Music Festival, dove vincono due premi della giuria. Voci non confermate affermano anche che i membri del gruppo siano in realtà dei viaggiatori del tempo, tornati dal 2099 per suonare nei garage, assemblare il Megazord della musica italiana e conseguentemente salvare il mondo in tutine sintetiche monocolore.

Share Button