Print Friendly, PDF & Email

Da venerdì 7 ottobre sarà disponibile in digitale “L’era dei suicidi”, il nuovo singolo del cantautore Leonardo Fontanot per Planetarium Records/Cramps Music S.r.l.. Si tratta di un brano che gioca sul contrasto tra forma e sostanza: se il suono, infatti, trasmette leggerezza, il testo affronta un aspetto critico della società odierna.

Così l’autore, interprete, produttore musicale e polistrumentista classe 1995 racconta la genesi del brano: “Questa canzone è nata dalla riflessione su un dato statistico: viviamo in un mondo sempre più ricco e ‘viziato’, pieni di stimoli, possibilità concrete e intrattenimento. Tutto quello che è percepito come ‘mancanza’ sembra diventare priorità e prende il sopravvento, mentre il tasso di suicidi, soprattutto nei paesi più ricchi, è in costante aumento. Questo mi ha fatto ripensare alla leggerezza di un’età spensierata, ai giochi semplici, a quando nell’assenza di aspettativa tutto era una gioia e un ‘regalo’”.

L’artista, di origine veronese e residente nelle Marche, in questo brano suona i synth e la chitarra acustica ed è accompagnato da Andrea Venanzoni, Davide Di Luca, Mauro Rosati e Giulio Filotto.

“L’era dei suicidi” è il terzo singolo ufficiale di Leonardo Fontanot e arriva dopo i buoni riscontri ottenuti con “Sempre con te tranne con te ancora io e te troppo perché solo io e te” e “Mi sa”, usciti questa estate.

Prima di pubblicare questi tre singoli, oltre ad aver avuto una costante attività dal vivo, Leonardo Fontanot ha avuto l’opportunità di crescere immerso nella rinomata bottega di liuteria del padre, da cui ha imparato a maneggiare gli strumenti, non a caso quelli che usa li costruisce da sé o modifica. Grazie a questa abilità, il lavoro e la ricerca sui suoni è continua nella sua musica.

Share Button