Print Friendly, PDF & Email

Parte la seconda edizione di Panorami Sonori, sezione autunnale della rassegna Suoni in movimento. In programma quattro concerti da sabato 17 settembre a sabato 8 ottobre. Due le caratteristiche di questa preziosa iniziativa molto amata dal pubblico che l’anno scorso ha registrato sempre un tutto esaurito: l’essere una rassegna totalmente under 35 e lo spazio dedicato alla nuova creatività musicale. Under 35, infatti, sia la direzione artistica dedicata, che vede proprio per questo mese di programmazione Elena Ballario e Sergio Patria passare il testimone a Camilla Patria e a Tommaso Fiorini; under 35 anche gli interpreti di ciascun concerto; infine under 35 i compositori dei brani in Prima esecuzione assoluta che campeggeranno in ciascuno dei quattro appuntamenti in programma. È stata infatti inserita in Panorami Sonori la felicissima iniziativa dei Nuovi Percorsi Sonori, progetto inaugurato l’anno scorso da N.I.S.I. ArteMusica in collaborazione con il Dipartimento di Composizione del Conservatorio di Torino  che prevede la commissione di un brano che verrà eseguito in Prima assoluta proprio all’interno della rassegna in questa sua sezione autunnale: quest’anno il file rouge delle commissioni sarà il tema dell’ecologia.
Il contesto è quello, magico e spettacolare, del Castello di Roppolo che ospiterà anche quest’anno l’intera iniziativa mettendo a disposizione la sala per i concerti e il pianoforte incorniciando con la sua storia la preziosità di quattro concerti mirabilmente costruiti fra grande tradizione e un affascinante futuro prossimo, tutti giocati sulla delicatezza del concetto di musica da camera, di quella musica che, come alle sue origini, vive di un ambiente intimo in cui non esiste una netta separazione fra musicisti e pubblico. “Questa – ci spiegano i due direttori artistici – una delle principali ragioni del successo dell’iniziativa: l’amalgama che si crea naturalmente fra interpreti e ascoltatori che permette di rendere la musica più antica tanto vicina alle persone e la contemporanea molto più accessibile anche al grande pubblico.”
Proprio in questa linea, quella dell’abbattimento delle barriere fra musicisti, compositori e pubblico, ogni concerto si concluderà con una Cena green con l’artista in collaborazione con ristoranti ed agriturismi che da anni fanno un raffinato lavoro di selezione sui prodotti tipici e sulla qualità delle proprie scelte.

Più in dettaglio il programma: si parte sabato 17 settembre con Play of Colors, la performance musicale del Quartetto Chagall: Paolo Skabar e Matteo Ghione, Jacopo Toso e Ilsu Güresçi, dedicata alle musiche di Mendelssohn, Debussy e Piazzolla. Il brano in Prima esecuzione sarà Stralcio 1917 di Gilberto Rabino. Si prosegue il 24 settembre con un concerto dedicato alle musiche di Bach, Mozart, Sibelius e Handel-Halvorsen in cui il violino di Riccardo Zamuner dialogherà con la viola di Andrea De Martino, in questo caso il brano in Prima esecuzione assoluta sarà Eco e Pan di Virginia D’Ettorre. La serata di sabato 1 ottobre vedrà protagoniste Camilla Patria e Chiara Biagioli impegnate in un concerto dedicato alle musiche di Rachmainov e De Falla; il cui brano in Prima esecuzione sarà Non mi sento al sicuro di Liza Stehlmakh. L’ultima serata, sabato 8 ottobre, in programma il concerto, in collaborazione tra N.I.S.I. ArteMusica, Associazione Culturale Il Timbro e Associazione Musicale Il Camerificio, dedicato alle musiche di Hummel e Vaughan Williams interpretate da Vittorio Sebeglia, Virginia Luca, Camilla Patria, Tommaso Fiorini e Stefano Musso. Il brano in Prima esecuzione sarà In memoria di una naiade di Gregorio Demaria.
Panorami sonori è realizzato in collaborazione con Slowland Piemonte, grazie all’impegno del suo Presidente e Delegato alla Cultura del Comune di Roppolo Pancrazio Bertaccini; ma soprattutto in collaborazione con la proprietà del Castello che crede molto in questa iniziativa e ha messo a disposizione la sala per i concerti e il pianoforte.

Share Button