Print Friendly, PDF & Email

Fuori dal 23 novembre “Pseudoumani”, il nuovo singolo di Scio che anticipa l’uscita dell’album nel 2023. Questo pezzo rappresenta un cambio rispetto ai precedenti lavori a causa dell’innesto per la prima volta della voce e di un testo scritto da Stefano.

“Pseudoumani” è una ramificazione ambient che si avvelena di infiltrazioni noise, mantenendo una zona d’ombra psichedelica fino all’escursione finale in un granitico alternative rock senza fronzoli. Un ritmo su cui è impossibile rimanere immobili. Lo stile di Scio ricorda un po’ il sound psichedelico dei The Doors.

“Il testo parla di come la mancanza di educazione nell’utilizzo delle “non più nuove” forme di comunicazione digitale abbia donato molto materiale all’antropolofia travolto le numerose e ormai fragili personalità umane, trasformandole in un sistema numerato che non s’interroga mai!”, così l’autore racconta la genesi del proprio brano.

La produzione del brano è affidata ad Alessandro Zaccheroni che segue SCIO fin dal primo singolo del progetto, mentre la registrazione della batteria in studio è affidata a Massimiliano Zaccheroni.

In questo brano, come nei precedenti, Scio unisce diverse forme d’arte. L’artwork della copertina è affidata all’artista Letizia Carattini che con la sua opera pastello rappresenta nel migliore dei modi un volto decisamente “Pseudoumano”.

Dietro al progetto S.C.I.O. c’è  Stefano Scioni.

Stefano ha iniziato a suonare il basso a 14 anni ed ha militato in diverse formazioni nell’ ambiente rock alternativo nella zona di Piacenza e Cremona.  Il suo primo gruppo sono stati gli UDE divenuti poi “IX CHEL” con cui suonava in giro per la provincia l’Indie Rock classico degli anni 90.

Una serie di situazione hanno portato l’artista ad allontanarsi dalla musica, ma si sa certe passioni non possono stare in silenzio a lungo. Nel 2020 la musica torna prepotentemente nella vita di Stefano, gli tende la mano e lo aiuta a risorgere dalle ceneri, come una fenice. Nasce così S.C.I.O e il suo “Discorsi Distorti”.

La particolarità del progetto di Stefano è che non prevede l’uso di chitarre ma solo del basso elettrico in maniera non convenzionale.

La formazione live prevede l’utilizzo di un secondo basso elettrico suonato da Riccardo Tosoni, della batteria di Michele Chiozzani ed una parte di sequenze elettroniche scritte ed eseguite sempre da Stefano tramite una tastiera midi.

Brani strumentali abbiamo detto…  fino a questo nuovo lavoro: “Pseudoumani”.

Il nuovo singolo di SCIO “Pseudoumani” è uscito il 23 novembre 2022 e anticipa quello l’album in uscita nel 2023.

Share Button