Print Friendly, PDF & Email

Mi sono perso nel bosco“, l’ultimo lavoro di Alessandro Fiori per 42 Records, è uscito da poco più di un mese ed è già considerato uno dei dischi più importanti dell’anno: è stato definito un’opera di caratura superiore, un viaggio emozionale, un album che “fa bene al cuore”.

“Mi sono perso nel bosco” è un disco elegante, denso, onirico. Proprio come è onirico il video della title-track.

Un’opera di animazione in stop motion realizzata da Aimone Marziali e Diego Parbuono, un lavoro enorme e incredibilmente complesso fatto di 3.900 frame e 2.150 illustrazioni in sequenza.

Un viaggio visivo che rispecchia perfettamente la delicatezza e la poesia della musica di Alessandro Fiori, una delle personalità più creative e orgogliosamente indecifrabili di tutto il panorama indipendente italiano degli ultimi vent’anni. Un artista poliedrico e raffinato, a tratti inafferrabile, che con “Mi sono perso nel bosco” aggiunge un nuovo, prezioso tassello al suo universo sonoro: dodici tracce che racchiudono e condensano la sua poetica, unica e disallineata, tratteggiando un microcosmo personale puro e intenso.

E presto Alessandro porterà le sue canzoni anche fuori dal bosco, sui palcoscenici di tutta Italia, grazie al tour organizzato da Panico Concerti. Le prime date annunciate sono il 18 giugno a Bologna a Covo Summer, il 2 luglio a Cesena (FC) a FU ME Festival, il 5 ad Arezzo a Men/go Music Fest, il 6 a Roma a EUR Social Park e il 9 a Catania a ReTour a Porte Aperte.

Artista toscano estroso e caleidoscopico, Alessandro Fiori con la sua musica e la sua attitudine creativa ha segnato la storia della musica indipendente italiana degli ultimi 20 anni. Nel 1996 fonda i Mariposa, con cui ha avuto all’attivo 9 dischi e più di 400 concerti. Da sempre aperto a ogni genere di collaborazione, negli anni partecipa ad altri progetti musicali, come gli Scudetto, gli Amore e i Craxi. Dopo il successo di stampa e pubblico dell’esordio solista “Attento a me stesso”, con il successivo “Questo dolce museo” viene inserito nella rosa dei cinque finalisti della Targa Tenco per la categoria “album dell’anno”. A questo lavoro seguiranno altri due dischi, “Cascata” e “Plancton”. Oltre alla musica, Fiori insegna teatro, dipinge, scrive poesie e racconti. Apprezzatissimo da molti artisti della nuova scena italiana, può essere considerato il cantautore preferito del tuo cantautore preferito, e dopo un’attesa di sei anni torna ora con il suo quinto album, “Mi sono perso nel bosco”, uscito il 22 aprile 2022 per 42 Records e anticipato dai singoli “Amami meglio” e “Una sera”.

Share Button