Print Friendly, PDF & Email

Ideale” è il primo EP del cantautore parmense Stefano Manotti, disponibile dal 15 maggio 2022 su tutte le piattaforme musicali digitali e contiene tre inediti.

Stefano Manotti è un cantautore, compositore e chitarrista italiano. Nel marzo 2021 pubblica il suo primo singolo “Scorte d’amore” con l’etichetta Soulgem Records ed entra a far parte dell’Innovatorio di Musica “Your Music Lab”, associazione e programma di scambio internazionale, creata da Paolo Schianchi per riunire i maggiori giovani talenti italiani.

A settembre 2021 escono i singoli “Cercarmi” e “Dove Andare” in collaborazione con Giulio Carmassi, che ne cura gli arrangiamenti ed i mixing.

Ora in “Ideale Ep”, Manotti pubblica tre nuove canzoni nelle quali affronta tematiche psicologiche e condizioni emotive caratterizzanti il materialismo della nostra società: la disillusione, l’apatia, l’incertezza.

«Questo EP è nato dall’esigenza di rappresentare sentimenti ed emozioni spesso tagliate fuori dalla canzone mainstream – ci spiega Stefano Manotti – un’indagine psicologica sulle nostre difficoltà che si sono acuite specialmente in questi ultimi due anni.»

Nel brano “Decisione” l’Autore descrive la bipolarità che scaturisce dal dubbio, dal dover scegliere chi essere e sulle conseguenze di abbracciare una decisione.

“Ideale” invece è una canzone che parla di un amore fatto di contrapposizioni, di ideali di vita inconciliabili, di solitudine da una parte e di eccesso di socialità dall’altra.

In “Qualunque” troviamo un dialogo tra un sognatore, portatore di idealismo e di ambizioni creative, e l’uomo qualunque, pronto a scoraggiarlo ed a riportarlo ad una realtà disillusa e mediocre.

«Ho scritto queste canzoni a febbraio – conclude il cantautore Manotti – e come sempre ho avuto una sintonia perfetta con Giulio per gli arrangiamenti e Paolo per la produzione. L’EP è stato registrato nello studio OmniaMusica recording studio di Paolo Schianchi a Parma.»

La copertina dell’EP è stata curata da Krisel Castillo, una grandissima artista che l’ha prodotta dopo varie conversazioni su queste profonde tematiche. Segno che il dialogo, se analitico, organico e sincero, può sempre creare arte.

L’uomo che fissa una metropoli stilizzata, quasi come se la stesse guardando in uno schermo , data l’assenza di prospettiva tra la stanza e l’esterno.

La stessa stanza piena di minimalismo e di blu melancolico, che comunicano questo dubbio ed inquietudine.

Stefano Manotti prosegue la sua collaborazione sia con Giulio Carmassi per il lato degli arrangiamenti e del mixing, sia con Paolo Schianchi per quanto riguarda la produzione esecutiva.

L’esigenza primaria di “Ideale EP” è quella di descrivere e portare alla luce tutte le difficoltà psicologiche che ci troviamo ad affrontare in una società sempre meno coesa e sempre più composta da individui soli e spaesati.

Share Button