Print Friendly, PDF & Email

A 6 mesi dall’EP di debutto “Sarà l’aria della Val Tidone?”, tornano i KOKADAME, band punk dalla Val Tidone, luogo di colline, vino e musica. La formula è sempre la stessa: autoproduzione.
DOUNLOWD” vede la luce nella sala prove della Bastione Records ed in poco più di un mese viene registrato, mixato e masterizzato per farne un disco di 6 brani, stampato in 100 copie numerate e prodotte a mano.
Il disco, spazia dal punk all’hard-rock, tra Skiantos, Stooges e AC/DC, passando per il rock’n’roll ed ha come filo conduttore i testi in italiano de “Lo zingaro”, supportato nell’impresa sonora da “Suor Fulgenzia” alla chitarra solista, “G.G. Fortunella” alla chitarra ritmica, “Faccia d’Angelo” al basso e
“Vi-King-O” alla batteria.
Il mondo dei KOKADAME è fatto di chitarre taglienti che ruggiscono su tappeti di basso e batteria semplici e dritti, cori che rimangono in testa e satira, a volte più fine, a volte più becera, ma sempre affilata e diretta.
I 6 pezzi sono un pugno in faccia, tirato con rabbia ma non con cattiveria: i KOKADAME denunciano cinicamente la merda che li circonda, da cui si difendono a colpi di coesione, tenacia e ricerca del riscatto.

Il progetto KOKADAME nasce dall’unione di diversi musicisti della Val Tidone, in provincia di Piacenza. Trovandosi quasi per caso nell’inverno 2021, per la voglia di suonare e passare il tempo in sala prove in era di pandemia, cominciano a ri-arrangiare vecchi brani dei THE AMMAZZO, band dalla quale 3/5 dei kokadame provengono.
Inizialmente in 4 dopo poco inseriscono alla seconda chitarra Davide, già batteria e voce dei KICKSTARTER RITUAL. In parallelo con i brani ri-arrangiati, i 5 iniziano a produrre canzoni originali.
Nell’estate 2021 fanno una serie fortunata di 5 concerti, in cui il pubblico fin da subito, canta e balla sulle note di “Autobiografico”, “Ausiliario”, “Poveri onesti”, “Sciè tanta”, “Canto lo stesso” e “Notte in bianco”.
I 6 pezzi finiranno nell’agosto 2021 nel primo EP della band, dal titolo “
Sarà l’aria della Val Tidone?””; completamente autoprodotto, l’EP è pubblicato dalla neonata etichetta valtidonese Bastione Records. Sempre per bastione records esce a dicembre 2021 il primo videoclip e a 6 mesi di distanza dal primo disco, la band pubblica il secondo EP “Dounlowd”: 6 pezzi ancora una volta intrisi di satira, cinismo, critica, sparati in faccia con chitarre taglienti, basso e batteria pulsanti ed un cantato supportato da cori ancora più incisivi.

Share Button