Print Friendly, PDF & Email

Dopo il festival Castrocaro ed un lungo percorso di crescita interiore, torna Ilmare con il nuovo singolo “Matite”, in uscita venerdì 26 febbraio con SONO Music Group.
“Matite” è un percorso interiore che nasce dal tentativo di esprimersi finalmente in modo diverso, più lucido ed equilibrato, senza il bisogno di gridare. 

Ne emerge una crescita emotiva, dal calmo susseguirsi di immagini malinconiche, fino al cambio di ritmo dettato dal sovrapporsi di sentimenti che a mano a mano si trasformano in una pentola a pressione.

Ilmare commenta: “Quando scrissi il verso “non mi serve gridare” era ciò che intendevo davvero, ma continuando a scrivere mi resi conto che questo non sarebbe stato possibile. Arrivai così al culmine “eppure grido”, liberandomi di tutta la forza che era stata repressa durante il mio patetico tentativo di lasciare tutto dentro.” 

Matite non voleva raccontare niente in particolare. Scriverla è stato come mettersi a disegnare a occhi chiusi, senza esserne capaci, e poi riaprire gli occhi per cercare di dare un significato ai tratti che hai buttato sul foglio. Ed è per questo che ognuno può trovarci all’interno la propria immotivata malinconia. 

Andrea Tortolano, in arte Ilmare, nasce nel 1995, a Roma e descrive così il suo progetto: “Ilmare è quella grandezza che vediamo all’esterno e che cerchiamo all’interno. È la paura di annegare, quando la voglia di nuotare è troppa. È l’ambizione all’eterno, che si infrange subito dopo aver sfiorato il cielo. Ilmare ti ruba la paletta e il secchiello con i quali costruivi la tua casa di sabbia, e ti restituisce altro, se hai la forza di aspettare. Se hai la forza di accettare. Inizierò da qui. Da questo mare in cui nuoto mentre cerco di salvarmi. Ascolterò Ilmare, e lo racconterò agli altri.”

La missione di SONO è connettere artisti, creativi e amanti della musica in tutto il mondo, lasciando il pianeta più colorato di come lo abbiamo trovato.

Share Button