Print Friendly, PDF & Email

L’amore nasce, finisce, cambia. Con “Piccola”, Mobrici torna a raccontarlo come solo lui sa fare, con una canzone che ti avvolge e ti culla, lasciando quel senso di vuoto quando suona l’ultima nota. Prodotto da Federico Nardelli, si potrà ascoltare questo nuovo pezzo che scalda il cuore da venerdì 27 gennaio, in streaming e in digital download.

“‘Piccola’ è una canzone che, dopo tanto tempo, mi ha fatto fare pace con tanti pensieri – racconta Mobrici – È arrivata da sola, senza che la cercassi, quasi come volesse esserci anche senza di me. Si è presentata in una notte qualsiasi, come un flash nella mia testa, tutta intera, già con le parole. Quando ho preso la chitarra, mi sono sentito come un traduttore, come un tramite, e quando va così sono contento perché è come se non dovessi fare niente di che. La canzone, nella sua verità assoluta, è molto sentimentale, ed io la vedo come un dialogo col passato, come un’accettazione del presente e come una liberazione per il futuro.”

“Piccola” è stata anticipata dal singolo “Luci del Colosseo”, un brano che racconta dell’incolmabile senso di mancanza che ti pervade quando vivi una relazione a distanza. 

L’artista porterà la sua nuova musica e i brani più importanti ed amati della sua carriera in concerto per due speciali appuntamenti: il 18 aprile 2023 al Monk di Roma e il 20 ai Magazzini Generali di Milano.

“Ho avuto la fortuna di scrivere già un bel po’ di canzoni nuove a pochissimo tempo di distanza dallo scorso album – dichiara Mobrici – Esattamente, in primavera, sarà passato un anno dal tour precedente e ritorno live con un album nuovo. Dopo la pandemia, avevo scelto di suonare il più possibile, con più date per ogni regione, invece quest’anno andrà diversamente, sarà tutto più concentrato. Roma e Milano, ad aprile, solo due città. Non vedo l’ora di rivedere chi mi segue e di cantare tutte le mie canzoni insieme a loro.”

Matteo Mobrici è un cantautore e vive a Milano. Nato batterista, passa ben presto a scrivere canzoni con una chitarra in mano all’età di 14 anni. È stato il frontman della band Canova, realtà di culto del panorama indie pop italiano. Da sempre spirito libero, autoironico ed inguaribile romantico, sensibile ai temi ecologisti, Mobrici è un multiforme cantautore sempre in bilico tra canzone d’autore e pop. Le sue sono storie minime per amori grandi, senza fronzoli e tanto suggestive, così autobiografiche da essere di tutti.

Share Button