[wp_bannerize group="Single Post Top" random="1" limit="1"]
Print Friendly, PDF & Email

È disponibile “IL GIUBBOTTO SOPRA IL LETTO”, il nuovo singolo della cantautrice palermitana PAOLA CONSAGRA.

Nel brano il ritmo andante e rock’n’roll della musica si contrappone al senso del testo che racconta di un’attesa di qualcosa che forse è ormai perduto. 

“IL GIUBBOTTO SOPRA IL LETTO” è il secondo singolo di Paola e segue l’uscita “Scema”, canzone racconta la battaglia con i mostri che teniamo dentro l’armadio: la solitudine, il dolore, il caos. Rappresenta il momento che precede la scelta tra la resa e la lotta. Il brano è accompagnato da un videoclip, diretto da Giusimartina Bello e Francesca Granata, mentre Filippo Loccioni ha diretto la fotografia.

I due brani anticipano l’EP d’esordio della cantautrice di prossima uscita, “OMBRE”, un lavoro che affronta le paure più profonde, fa emergere nuove consapevolezze e racconta di incontri.

Ad affiancare la scrittura dell’autrice troviamo Stefano Crialesi, che si è occupato dell’arrangiamento e della produzione artistica. Insieme, nella casa dello stesso adibita a studio, hanno cercato di unire l’anima folk di Paola a ritmiche prevalentemente elettroniche.

Hanno contribuito alla realizzazione del brano anche Umberto Scaramozza alla chitarra, Nicolò Pagani al basso, Loris Durante nel mix e Fabrizio De Carolis per il master.

Paola Consagra è una cantautrice palermitana classe ‘95. L’incontro con la musica avviene sin da bambina grazie dall’aria artistica che si respira in casa. Canta nei cori della Chiesa, comincia a suonare la chitarra per accompagnare la sua voce nelle canzoni che ama decidendo di perfezionarsi studiando canto all’accademia C.A.S.T di Palermo. Le sue canzoni nascono tra il letto e il balcone con la chitarra in mano e la penna tra le dita nella sua Palermo a partire dalla maggiore età. Nel 2018 si sposta a Roma per frequentare l’Officina delle Arti Pier Paolo Pasolini. La Capitale la trattiene a sé grazie ai rapporti maturati all’Officina, in particolare quello con Stefano Crialesi che diventa il suo produttore artistico e con cui realizza il primo Ep, “Ombre”. Attraverso questo progetto Paola vuole affrontare le paure più profonde, far emergere le proprie consapevolezze e raccontare di incontri grazie ad un percorso che parte dalla ricerca di se stessi fino a scoprire nell’altro un nodo cruciale per la crescita e la conoscenza. Nelle canzoni di Paola si evincono le influenze musicali dell’artista: dal folk americano, al cantautorato italiano al rock’n’roll. 

Share Button
[wp_bannerize group="Single post bottom" random="1" limit="1"]