Print Friendly, PDF & Email

Dopo il successo dell’album di debutto e dopo essersi confermata una delle artiste più amate tra le nuove leve della musica pop contemporanea, grazie alla sua capacità di tratteggiare i contorni di un’intera generazione, divisa tra amori, ansie e film in streaming, svegliaginevra è tornata con l’atteso secondo album, “Pensieri sparsi sulla tangenziale“, uscito venerdì 22 aprile, per La Clinica Dischi.
L’album è impreziosito da quattro importanti collaborazioni tra svegliaginevra e Zero Assoluto, cmqmartina, M.E.R.L.O.T e CIMINI. “Quando conosci artisti che stimi e che poi sono anche tuoi amici, il feat è solo una naturale conseguenza”.
Oltre al duetto con M.E.R.L.O.T in (tutto qua), singolo pubblicato l’8 aprile, “Pensieri sparsi sulla tangenziale” contiene “Imperfetto“, in collaborazione con gli Zero Assoluto,”uno dei più bei regali di sempre”; “Come ci pare” con cmqmartina,”il feat che entrambe volevamo da troppo tempo ma nessuna delle due era mai riuscita per l’apparente difficoltà di trovare il punto d’incontro tra il suo mondo e il mio. Eppure, alla fine, è stato davvero troppo semplice, non dovevamo dirci niente, sapevamo già tutto.” 
E, infine, svegliaginevra è affiancata da CIMINI in “Odio l’inverno“,”Ho scritto questa canzone pensando a lui e alla sua forte tendenza al pop romantico anche se poi dice che non è vero. Così, ci siamo visti e abbiamo riscritto insieme la storia che poi raccontiamo.”
Anticipato dai singoli “qualcosa!”, “quello che volevi e (tutto qua) feat M.E.R.L.O.T”, “Pensieri sparsi sulla tangenziale” è frutto di viaggi, incontri, amicizia e stima reciproca.
“Nell’ultimo anno ho incontrato molte persone, visto molti posti. Ho imparato tanto e tanto ancora imparerò con i dischi che verranno. Ma Pensieri sparsi sulla tangenziale è esattamente il disco che volevo tirar fuori quando ho immaginato come avrei voluto che fosse. Ho rimesso in discussione quello che sapevo di me e scoperto quello che ancora non sapevo, ho dato un titolo alle mie paure e alle cose che amo e che odio di questo mondo, ho detto tutto quello che volevo dire e che nel primo disco non ero riuscita a fare, perchè forse non era ancora il momento.
Mi sono divertita tanto, ho sperimentato, ho giocato con i suoni, con le parole, con tutti gli stili musicali che spero di aver omaggiato quasi in segno di graditudine nei confronti degli artisti che hanno cambiato, influenzato e ispirato il mio modo di vedere la musica”. 

svegliaginevra è una cosa che ripeto spesso. 
Sarà che sono pigra, sarà che vivo in un mondo tutto mio tra le poesie più belle, i film d’amore, i sogni, le canzoni tristi e qualche riflessione post-cazzata sul perché mi ostini a non contare mai fino a 100 prima di parlare, prima di fare, prima di essere me stessa sempre anche quando sarebbe il caso di trattenersi. 
svegliaginevra me lo dice mia madre, me lo dicono i miei amici perché sono distratta la maggior parte delle volte e anche disordinata nei pensieri, nei piani e nella mia stanza. Faccio da sempre parte del ristretto gruppo di persone che hanno il talento di dimenticare le cose importanti come i compleanni e gli appuntamenti ma non le cose inutili come i nomi degli ex. 
svegliaginevra dunque lo spiego così, come un risveglio che avviene attraverso la musica e le parole. Le parole sono importanti perché ci aiutano a capire chi siamo e cosa abbiamo dentro. E’ così che scrivere per me diventa l’auto-analisi necessaria alla sopravvivenza di ognuno di noi.  
svegliaginevra è la mia sveglia personale, non quella alle 7 del mattino ma quella della mia vita che mi salva sempre dai momenti peggiori, quando sembra che il mondo mi stia crollando addosso, quando sembra che le cose stiano andando dalla parte sbagliata, quando penso di essere io quella sbagliata. Svegliatevi con me”.

svegliaginevra è la nuova scommessa femminile di La Clinica Dischi dopo l’exploit di cmqmartina. Dopo il fortunato esordio di “senza di me.”, la conferma di “Simone” e il featuring con APICE su “Barche”, “Come fanno le onde” esce a luglio 2020 e conquista pubblico e addetti al settore: in pochi mesi, il brano vola oltre il milione di stream, stazionando in modo permanente nelle playlist editoriali Scuola Indie (di cui ottiene anche la copertina) e Indie Italia di Spotify e nell’alta rotazione delle principali radio nazionali. Inoltre, il brano viene inserito nella tracklist della serie Netflix Summertime 2. Con “Punto”, svegliaginevra si presenta definitivamente al grande pubblico figurando tra i sessanta progetti selezionati per Sanremo Giovani 2021. Non mancano anche qui gli inserimenti nelle playlist editoriali di Spotify come Indie Italia, Scuola Indie e New Music Friday. Il 16 aprile 2021 esce “Due” per La Clinica Dischi, singolo che anticipa il debut album della cantautrice campana “Le tasche bucate di felicità”. Uscito il 21 maggio 2021, in poco tempo tempo il disco supera i 6 milioni streams su Spotify, collezionando playlist ed ottenendo la copertina di Indie Italia e Indie Triste.  Il tour estivo, che l’ha portata a girare tutta la penisola, si è appena concluso con la sua esibizione al Mi Ami per il Though As You Fest, in collaborazione con Dr. Martens. A novembre 2021 arriva il singolo qualcosa!, un brano che, tra cassa dritta e stacchi, definisce una dinamica coinvolgente e inedita nella discografia dell’artista.
svegliaginevra torna nella primavera 2022 con i singoli “quello che volevi” e “(tutto qua)” feat. M.E.R.L.O.T, brani che hanno anticipato il disco “Pensieri sparsi sulla tangenziale”, disponibile dal 22 aprile.

Share Button