Print Friendly, PDF & Email

Un viaggio verso l’ignoto, mano nella mano, su un’astronave scintillante che affronta odissee, mari sconosciuti e perfino la fine del mondo.

I Palmaria tornano con un nuovo progetto musicale: “Chameleon“, in uscita giovedì 24 novembre su tutte le piattaforme digitali per peermusic ITALY. Un EP costruito su sette tracce dedicate alla trasformazione. Sette pezzi basati sulle esperienze personali del duo, nati dai cambiamenti degli ultimi due anni, uniti dal desiderio di vincere i propri limiti e accettare nuove sfide.

Di base a Londra ma nati in Liguria, cresciuti con l’isola da cui prendono il nome all’orizzonte, i Palmaria sono Francesco Drovandi e Giulia Magnani. Sono i The xx che incontrano Sylvan Esso e Little Dragon in una gita sulla costa italiana, da cui nasce l’alt-pop più raffinato.

“Chameleon” ha un’anima r&b e pop, e un cuore luminoso come il sole della costa mediterranea, reso unico dalla voce ipnotica e avvolgente di Giulia e dalle chitarre di Francesco. I testi, evocativi e autobiografici, sono scritti sia inglese che in italiano e in alcuni casi sperimentano un originale mix, come in Sunflower e Coney Island. L’ep èscritto dai Palmaria con il contributo di Lucia Carmignani, Joshua Mark Wheatley, e coprodotto insieme ai B-CROMA, Domenico Finizio dei Tropea e Marco Fugazza. È un’avventura attraverso i tanti immaginari di Giulia e Francesco, un viaggio alla ricerca di sé alla scoperta della propria vulnerabilità.

Il disco trae ispirazione dalle tante influenze dei due artisti, da quelle letterarie a quelle cinematografiche: dai versi di Montale e Neruda passando per film cult quali Eternal Sunshine of the Spotless Mind e Moonstruck. La natura, da sempre centrale nella loro poetica, rimane centrale anche in questo album. Nella title-track “Chameleon” ad esempio alcuni suoni sono stati registrati nei boschi e nel mare della Liguria e le tante suggestioni nei testi ne confermano la profonda sensibilità.

Si inizia con “Chameleon”: è la traccia di apertura, che arriva come un’esplosione di ritmi e suoni ancestrali, una danza tribale 2.0 che celebra la libertà. Il basso, strumento protagonista della canzone, si fonde con tutti gli altri in una commistione di suoni che richiama gli inconfondibili ritmi del desert blues, insieme al pop più contemporaneo. “Ultraviolet” è un brano dal sapore estivo, in cui le sonorità elettroniche celebrano il coraggio di mostrare al mondo la propria vulnerabilità, quella invisibile all’occhio umano ma non all’ultravioletto, una sorta di superpotere per guardare oltre la superficie.

Odissea /Astronave“, tra i brani manifesto dell’ep, è il primo scritto completamente in italiano. È un salto nel vuoto a occhi chiusi reso straniante da un ralenti nel finale che amplifica il messaggio delle parole. In Coney Island” il ricordo felice di un parco giochi diventa il luogo dove, su un giro di chitarra un po’ malinconico un po’ nostalgico, il passato s’infrange sul presente. “Sunflower” con la sua freschezza va nella direzione opposta, lì dove i girasoli cercano il loro splendore; mentre “Piscine” è un elettro ballad da cui lasciarsi trasportare.

Ticking Bomb chiude l’ep ed è un gioellino pop che gioca tutto sul refrain. È ilracconto dell’attimo prima di un’esplosione, quando ogni certezza viene a mancare all’improvviso con il rischio di perdersi.

Palmaria è il duo formato da Francesco Drovandi e Giulia Magnani. La loro carriera inizia nel 2017 quando pubblicano l’EP di debutto Swim, disco che ha raggiunto oltre un milione di stream su Spotify e che ha ricevuto il supporto di network inglesi come Complex, Clash, BBC 6 Music, Amazing Radio e molte altre. Nel 2019, Giulia e Francesco spingono la loro poetica verso un nuovo livello artistico con la pubblicazione di nuovi singoli, inseriti nelle principali playlist editoriali di riferimento e in rotazione nei maggiori programmi musicali inglesi come Jamz Supernova su BBC Radio. A giugno dello stesso anno, il loro primo concerto da headliner a Londra, al Servant Jazz Quarters, si rivela un enorme successo, registrando il tutto esaurito con settimane di anticipo. Nei mesi successivi, la loro musica viene scelta da colossi come H&M, Starbucks per i loro store e inserita nella playlist di COLORS Berlin. L’8 novembre 2019, dopo un’emozionante estate di live come al Wilderness Festival, esce il secondo EP Grow, presentato ai fan con uno speciale concerto al The Waiting Room, celebre club londinese. Nell’aprile 2020, dopo l’uscita del singolo Eden e l’annullamento del loro primo tour negli Stati Uniti a causa della pandemia, i Palmaria decidono di tornare in studio dove registrano il loro terzo EP Crystallize, pubblicato poi nel novembre 2021, e seguito da una serie di concerti in tutta Italia e nel Regno Unito. I brani dell’EP sono stati presentati da pubblicazioni come Notion, Wonderland, Ones to Watch, Wordplay Magazine, KCRW e CLASH, entrando, ancora una volta, nelle principali playlist di settore.

Nel 2022 inizia la collaborazione con peermusic ITALY, che vede l’uscita di una serie di singoli che riscuotono ottimi risultati sia in Italia che all’estero. A giugno i Palmaria presentano i nuovi lavori dal vivo a Londra, con una serie di date co-finanziate da Italia Music Export, che culminano in un headline show all’iconico Paper Dress Vintage. Durante l’estate, escono anche alcuni importanti featuring con artisti internazionali: il duo hip-hop inglese Too Many T’s e il producer tedesco Moglii. Proprio questa collaborazione li porta a essere inseriti da Spotify nell’importante playlist POLLEN. I Palmaria hanno sviluppato uno stile che mescola e alterna l’italiano e l’inglese e che sempre più si rivolge a un pubblico internazionale. Il 24 novembre 2022 esce il loro nuovo ep Chameleon.

Share Button