Print Friendly, PDF & Email

Un attacco noise che cresce rapidamente per virare su ritmiche punk e riff sbilenchi alla Sonich Youth, fino all’arrivo di una perfetta tempesta metal. È “Un secondo” ft. Mendoza, il nuovo singolo di Tanca fuori il 27 agosto. 

Un secondo è il quarto estratto dall’album “Words of Dogtown“, in uscita a settembre per peermusic ITALY, e segue i precedenti Brbcue, Sbadigli e Scenario. Il brano è anche il primo singolo di Tanca con un featuring esterno alla gang di producer, musicisti e creativi che si presenta al mondo come Klen Sheet, facendo tuffare il rapper dall’animo hardcore fra le braccia di una punk band come i Mendoza.

Un secondo suona come il caos cosmico primordiale, quella raffica di esplosioni che prelude alla nascita delle stelle: in questo caos Tanca si immerge per mettere in scena la propria lotta irrisolta e irrisolvibile contro le sue angosce e ossessioni private. “I primi tempi a Milano li ho sofferti parecchio, fumavo da solo in camera, riflettevo e anche troppo, dormivo, mangiavo e rifumavo, per mesi un loop infinito che non mi permetteva di fare niente e il fumare era diventato solo un momento asfissiante. Ho lentamente messo da parte questa sensazione riempiendo le mie giornate di mille cose da fare e pensare, il che mi ha portato a rimuovere tante cose di me stesso e non significa che ho sconfitto questo problema, l’ho compresso e lasciato lì.

Questo pezzo coi Mendoza nasce proprio per sfogare questa parte di me, ossia avere un problema, rendersene conto, metterlo da parte e aspettare che col tempo scompaia. So che non funziona così, ma per lo meno ho smesso di fumare marijuana e cerco di combattere contro le cose peggiori di me.

Share Button